08 Nov
  • By Ricerchiamo
  • Cause in

RicerChiAmo ospite a Teletutto

Lo scorso 5 novembre il prof. Gian Luca Baiocchi è stato ospite della trasmissione Teletutto per parlare dei nostri progetti, ultimo in arrivo il concerto Gospel Spiritual e Christmas Carols del prossimo 30 novembre che si terrà nella chiesa di San Giovanni Evangelista a Brescia. Insieme a lui presente anche Angelo Mazzù, vicepresidente del coro Hope Singers. Gian Luca Baiocchi in questa occasione ha presentato la realtà della nostra associazione nata nel 2016 con il desiderio di aiutare la Ricerca nella lotta contro il cancro gastrico. I primi eventi organizzati da RicherChiAmo hanno ricevuto negli anni un grande riscontro da parte della gente e questo ci ha spinti a regolarizzarci e dare vita ad una vera e proprio Onlus.

Cos’è RicherChiAmo

RicherChiAmo nasce con lo scopo, definito nel suo Statuto, di sostenere non tanto attività di tipo clinico – afferma Baiocchi a Teletutto -, ma principalmente la ricerca scientifica. E questo nella convinzione che i risultati raggiunti dalla ricerca siano duraturi ed universali, perché appunto ne possono giovare tutti.”

“Nell’ambito specifico della patologia del cancro gastrico, ambito in cui operiamo con RicerChiAmo, miriamo ad offrire un sostegno non istituzionale, quindi nel rispetto del principio della sussidiarietà. Cioè come liberi cittadini – continua Gian Luca Baiocchi – decidiamo di fare qualcosa laddove lo Stato non riesce sempre ad arrivare.”

Vedi l’intervista completa:


“In questi quasi due anni e mezzo di attività, grazie al supporto dei soci e delle persone che hanno partecipato ai nostri eventi, siamo riusciti a raccogliere 180mila euro, un risultato per noi fonte di grande soddisfazione – aggiunge il prof. Baiocchi -. Di questi 180mila, 134 sono stati già allocati ad una serie di progetti di ricerca. Fin dall’inizio abbiamo deciso di destinare i fondi a due principali progetti che poi si articolano in diversi sotto progetti. Uno di questi è l’utilizzo della fluorescenza nella chirurgia dei tumori dell’apparato digerente e l’altro è un progetto di collaborazione con l’Istituto di Ricerca e Cura a carattere scientifico di Candiolo di Torino sulle culture cellulari. Questi progetti hanno generato una ventina di lavori pubblicati e trenta presentazioni a congressi nazionali ed internazionali.”

“Poi ci siamo dedicati a quella che è la base per la ricerca, cioè la raccolta dei dati e così abbiamo finanziato – prosegue il prof. Baiocchi – due registri internazionali, uno europeo ed uno mondiale. Abbiamo sostenuto i giovani ricercatori, attraverso una borsa di studio per il Dipartimento di Scienze molecolari e traslazionali dell’Università degli Studi di Brescia e poi ci siamo dedicati alla divulgazione. Abbiamo stampato nel 2017 le linee guida sul cancro gastrico che sono state distribuite a tuti gli ospedali di Italia e abbiamo organizzato tre congressi ed un evento divulgativo per la popolazione.”

Quali sono i progetti futuri di RicerChiAmo?

“I progetti per l’immediato futuro – informa Gian Luca Baiocchi – prevedono l’acquisizione di uno strumentario che serve per la chirurgia guidata dalla fluorescenza in collaborazione con la ASST Spedali Civili di Brescia, finanzieremo un’app per pazienti che si sottopongono all’immunoterapia e anche due progetti per lo screening, cioè per la prevenzione.”

Per sostenere la ricerca, RicerChiAmo organizza eventi per raccogliere fondi, infatti oltre ai soci che devolvono ogni anno all’Onlus una quota associativa, gli altri ricavi provengono da incontri, serate ed eventi organizzati nel corso dell’anno.

I nostri eventi

“Generalmente nel corso dell’anno organizziamo due eventi: – spiega Gian Luca Baiocchi – uno di tipo istituzionale in autunno e uno più divertente in primavera. Poi ci sono altri eventi aggiuntivi come il concerto del coro degli Hope Singers del prossimo 30 novembre”.

“Nello statuto del nostro coro – chiude l’intervista l’intervento di Angelo Mazzù, vicepresidente degli Hope Singers – abbiamo inserito anche il sostegno ad iniziative di beneficienza come quella organizzata, il 30 novembre, da RicerChiAmo. Siamo sempre molto felici di poter contribuire con la nostra musica a cause così importanti. La musica può essere uno strumento che avvicina le persone al bene e che in un certo senso le salva”.

Avatar
Ricerchiamo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.